Lettieri si difende con i soldi degli Acerrani?

E’ stata depositata, a firma dei consiglieri delle opposizioni: Carmela Auriemma, Paola Montesarchio, Benito Giuseppe Soriano, Domenico Catapane, Vincenzo De Maria e Domenico Zito , una richiesta di convocazione del Consiglio comunale per richiedere la revoca delle determine dirigenziali con cui il Comune di Acerra si è fatto carico del patrocinio legale del Sindaco Lettieri per vari procedimenti penali in corso.

Raffaele Lettieri pagherà l’avvocato– che lo difende nei procedimenti che lo vedono coinvolto- con i soldi dell’Ente comunale. Incredibile ma è così.” Lo affermano i copigruppo delle opposizioni consiliari .
Le determine dirigenziali, con cui si conferisce mandato ad un consulente legale esterno per la difesa del primo cittadino, appaiono palesemente in contrasto con l’articolo 5 del “Regolamento Comunale Servizi Legali” e con l’articolo 86 comma 5 del TUEL che non ammettono in alcun caso la concessione di patrocinio legale per gli amministratori, riconoscendo al massimo il rimborso “ex post” delle spese legali in caso di assoluzione.

Non si può consentire che si gestiscano le risorse economiche comunali come se fossero patrimonio personale del Sindaco, – continuano i consiglieri – è evidente che sia stato seguito, con superficialità, un iter procedimentale in contrasto a norme di legge ed in violazione dei principi di proporzionalità e ragionevolezza.
Su quanto accaduto chiediamo chiarezza e trasparenza– concludono i consiglieri delle opposizioni- ritenendo imprescindibile la convocazione della commissione “Vigilanza e controllo” ed auspicando la presenza della maggioranza, troppo spesso, latitante su temi cosi’ delicati.

Comunicato stampa dei consiglieri comunali di opposizione

Facebook Comments

Autore dell'articolo: OPappecio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *