Mensa Scolastica Acerra: il piatto è ancora vuoto

Dopo settimane la questione della refezione scolastica resta ancora in via di definizione.

Ricordiamo che l’appalto è gestito dalla SUA -Stazione Unica Appaltante, per un importo complessivo nel triennio pari a quasi 1,8 milioni di euro, ossia € 600.000,00 annui. L’amministrazione, stante l’attuale situazione, non sta utilizzando e quindi, sta risparmiando, tali risorse. Sarebbe interessante innanzitutto capire dove, come e se vengono impiegate le somme non spese…

A fine gennaio il Movimento 5 Stelle Acerra, con la sua portavoce Carmela Auriemma, lancia la Petizione Popolare a sostegno della proposta di affido temporaneo della mensa e in pochissimi giorni vengono raccolte centinaia di firme, protocollate poi al Sindaco Raffaele Lettieri, al Presidente della Pubblica Assise Andrea Piatto e all’Assessore alla Politiche Scolastiche Milena Petrella.

Il 29 gennaio si è tenuta la Commissione consiliare di Vigilanza presieduta da Carmela Auriemma dove la stessa sosteneva che l’affido temporaneo può essere adottato, così come confermato, durante la seduta, dal Dirigente all’Istruzione Salvatore Pallara, che dichiarava che ” l’affidamento temporaneo si può tecnicamente fare”. 

Nella stessa giornata s’interessava della vicenda anche Striscia la Notizia che, con l’inviato Luca Abete, si recava nella Casa Comunale sperando di poter parlare con il Sindaco o altro esponente dell’amministrazione. Tentativo miseramente fallito e finito in un clima di tensione, con l’intervento finanche della Polizia Municipale che accompagnava l’inviato di Canale 5 all’ingresso del Comune. Al noto giornalista, che tentava invano di contattare il Sindaco Lettieri, anche solo telefonicamente, non restò altro da fare che sedersi sui gradini dell’accesso del Municipio e consumare un pasto (tipico di quelli che le mamme preparano ai bimbi per la pausa pranzo a scuola) che avrebbe voluto, s’intende provocatoriamente, condividere con il primo cittadino acerrano. Ma certe provocazioni hanno il benevolo fine di risvegliare e scuotere un po’ gli animi.

Il 30 gennaio nell’ambito del Consiglio Comunale veniva bocciata dalla maggioranza l’ipotesi di un affidamento temporaneo presentata dal consigliere del  PD Paola Montesarchio, così come venivano bocciati anche gli emendamenti presentati dal Consigliere Carmela Auriemma, dai Consiglieri Catapane e Zito. L’intervento della Consigliera Auriemma infastidiva particolarmente il Sindaco Raffaele Lettieri il quale ribatteva dichiarando che: “se ad urlare in aula è proprio lei, che non ha figli, allora l’intervento è solo politico”.

Tale affermazione che denota che il Sindaco è più concentrato ad attaccare l’opposizione che a trovare una soluzione al problema della refezione, non poteva non fare immediatamente il giro della città e dei social. 

Il 5 febbraio u.s., il servizio registrato da Striscia la Notizia veniva trasmesso registrando un’audience molto elevata, rilevando situazioni similari in altri comuni del napoletano, ma quella di Acerra, come evidenziato dallo stesso Luca Abete, si presentava tra le più gravi.

Venerdì 15 febbraio u.s., a seguito della Petizione Popolare fortemente voluta, sostenuta e difesa dal MoVimento 5 Stelle Acerra si è tenuta la Commissione consiliare Politiche Sociali presieduta dal Consigliere Antonio Laudando dove sono state presentate le proposte tecniche sulla soluzione del servizio mensa tramite affido temporaneo. I membri della stessa si sono dimostrati ben predisposti alla proposta chiedendo al dirigente al settore di pronunciarsi sulla stessa.

Armando Granata

Facebook Comments

Autore dell'articolo: Armando Granata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *