Riflessione sul Referendum e le elezioni regionali

Ha vinto il SI al referendum come da pronostico.
In merito alle elezioni regionali, nel 2012 una legge ordinaria determinò nel 2015 la riduzione del numero dei seggi nei consigli regionali per contenere i costi della politica si disse. In Campania si passò dai 60 seggi di allora ai 50 attuali.

Nel giorno della vittoria del SI referendum alle elezioni regionali Campane si evidenziano gli effetti della riduzione dei seggi del consiglio regionale un giovane candidato 32-enne di Acerra Alessandro Cannavacciuolo con buona esperienza politica ed attivismo pur essendo riuscito a raccogliere oltre 2700 preferenze considerato anche lo scontro diretto dovuto alla candidatura in un’altra colazione nel suo stesso Comune della giovane 21-enne Vittoria Lettieri figlia del nostro Sindaco alla prima esperienza politica che ha raccolto ben 11000 preferenze piazzandosi prima nella sua lista.

Morale della storia la figlia del Sindaco entra in consiglio regionale mentre Alessandro Cannavacciuolo rischia di rimanerne fuori.

Ecco a mio avviso dispiegati gli effetti della diminuzione della rappresentanza ovvero dare più potere a chi già ne ha!
A proposito dove sono finiti i risparmi della diminuzione dei seggi nei consigli regionali?

Auguri a tutti gli eletti e non.

Facebook Comments

Autore dell'articolo: Armando Petrella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *